Lettere Dalla Kirghisia Recensione Libro

Tempo di Lettura: 3 minuti

Lettere dalla Kirghisia

In Lettere dalla Kirghisia, Silvano Agosti racconta la sua visita in un paese straordinario, dove ognuno è in grado di poter gestire il proprio destino in autonomia. Stati d’ animo, come la serenità non sono più un’ utopia, ma un bene reale e comune.

Nel paese di Kirghisia tutti lavorano solo 3 ore al giorno: il resto del tempo è dedicato a se stessi, all’amore, alla famiglia, ai figli, alla vita o qualsiasi cosa una persona decida di fare. Si lavora meglio, non ci si ammala di ansia e stress, si è sereni e realizzati e quindi più produttivi.

Gli anziani hanno ingresso privilegiato e gratuito a cinema e teatri, non pagano i trasporti, e inoltre hanno piccoli appezzamenti di terreno da curare.

I bambini non stanno seduti in aule chiuse, ma giocano nei parchi, e imparano in maniera naturale e duratura, perché lo desiderano.

Chi vuole fare l’amore, porta in bella vista un piccolo fiore azzurro, così facendo, l’amore non genera ipocrisia, incomprensioni e imbarazzi.

Non ci sono guerre né armi, non ci sono politici falsi e strapagati ma opere di volontariato, non c’è pubblicità ma informazione.

Nel paese di Kirghisia non c’è bisogno di scrivere la costituzione perché tutti la sanno a memoria. Essa è composta da una sola frase: “Al centro di ogni iniziativa, l’attenzione dello Stato e dei cittadini va innanzitutto all’ essere umano”.

 

 

Dal paese di Kirghisia, Silvano Agosti invia lettere di una semplicità disarmante e stupefacente, che ci mettono di fronte all’ assurdità del nostro vivere, viziato dalla corsa contro il tempo, e soffocato dai ritmi del lavoro che ci priva della nostra esistenza e della nostra umanità.

 

A Kirghisia si realizza un sogno, meraviglioso perché elementare, di chi ha capito che l’essere umano è il più prezioso dei capolavori. Su questa consapevolezza si può iniziare a costruire un mondo migliore, a misura d’uomo.
Con rispetto e tanto buon senso.

 

Un libro di poche pagine, che si legge in un soffio e per giorni riempie il cuore di immaginazione e speranza. Personalmente lo ritengo un manuale di vita che ogni essere umano dovrebbe tenere con sè, è una guida per ritrovare la semplicità e la naturalezza che questo mondo sempre più serio e artificioso sta scordando. 

 

Di seguito troverete alcune recensioni di persone che hanno letto il libro:

 

Libro davvero molto illuminante che mette in discussione ogni nostra visione della realtà basata solo sul condizionamento emozionale a cui siamo stati ipnotizzati ad obbedire. Bellissimo libro. Dovrebbe essere letto in ogni scuola ed università italiana.

Grazie allo scrittore per aver trasformato un’utopia in un SOGNO…….il passaggio con il renderlo reale, lo sento vicino! Complimenti per la bellezza trasmessa attraverso semplici concetti. Lettere dalla Kirghisia Top!!!

L’Essere Umano Silvano Agosti descrive con semplicità fanciullesca un alternativa possibile agli orrori della società moderna.Possibile soltanto per chi non sia diventato adulto o adulterato e che sia in grado di vedere in se’ un capolavoro assoluto.

Lettere dalla Kirghisia - Il Mondo Che Vorrei

QUI potrete trovare un piccolo estratto di questo libro. Mentre QUI potrete comprare il libro su Amazon.