Venezia Cosa Fare e Vedere

Tempo di Lettura: 5 minuti

Cosa Fare e Cosa Vedere a Venezia.

Venezia è un comune italiano di 262 246 abitanti, 363 468 in tutta l’area urbana, capoluogo della regione Veneto. È il primo comune della regione per popolazione e undicesimo in Italia e primo in Veneto per superficie. Il comune di Venezia comprende sia territori insulari sia di terraferma ed è articolato attorno ai due principali centri di Venezia (al centro dell’omonima laguna) e di Mestre (nella terraferma).

La città di Venezia è stata per più di un millennio capitale della Repubblica di Venezia ed è conosciuta a questo riguardo come la Serenissima, la Dominante e la Regina dell’Adriatico.

Per le peculiarità urbanistiche e per il suo patrimonio artistico, Venezia è universalmente considerata una tra le più belle città del mondo ed è annoverata, assieme alla sua laguna, tra i siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO: questo fattore ha contribuito a farne la terza città italiana (dopo Roma e Milano) con il più alto flusso turistico, in gran parte proveniente da fuori Italia.

Piazza San Marco

 

Piazza San Marco è una tra le più importanti piazze italiane, famosa in tutto il mondo per la sua bellezza e integrità architettonica. Il suo corpo principale ha forma trapezoidale ed è lunga 170 metri: su di esso si innestano altre aree. È anche nota come “la Piazza” o “il salotto d’Europa”.

Burano e Murano

Murano - Venezia - Italia - Il Mondo Che Vorrei

La più caratteristica tra le isole è Burano, dalle coloratissime casette, i cui colori sgargianti, secondo diverse leggende, servivano ai pescatori a ritrovare la propria casa nella fitta nebbia. Burano è conosciuta anche come l’isola dei merletti e dei ricami e qui potrete acquistare magnifici pizzi a tombolo.

Murano è un centro abitato situato a nord-est di Venezia e composto da sette isole; fa parte del comune di Venezia e in particolare della municipalità di Venezia-Murano-Burano. Con circa 4.500 abitanti, Murano risulta essere uno dei centri più popolosi della Laguna Veneta.

Le isole su cui sorge Murano sono poste lungo il canale dei Marani e sono divise da canali e rii e collegate tra loro da ponti; il loro territorio è totalmente urbanizzato.

Il centro è noto in tutto il mondo per la plurisecolare attività artigianale che produce il vetro di Murano.

Ponte di Rialto

Il ponte di Rialto è uno dei quattro ponti, insieme al ponte dell’Accademia, al ponte degli Scalzi e al ponte della Costituzione, che attraversano il Canal Grande, nella città di Venezia. Dei quattro, il ponte di Rialto è il più antico e sicuramente il più famoso.

Basilica di San Marco

La basilica di San Marco a Venezia è la chiesa principale della città, cattedrale metropolitana e sede del patriarca. Assieme all’omonimo campanile e a piazza San Marco, che da essa prende il nome, è il principale monumento di Venezia e uno dei simboli d’Italia.

Sino alla caduta della Repubblica Serenissima è stata la chiesa palatina dell’attiguo palazzo Ducale, retta a prelatura territoriale sotto la guida di un primicerio nominato direttamente dal doge. Ha assunto il titolo di cattedrale a partire dal 1807, quando fu qui trasferito dall’antica cattedrale di San Pietro di Castello. 

Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale, anticamente anche Palazzo Dogale in quanto sede del doge, uno dei simboli della città di Venezia e capolavoro del gotico veneziano, è un edificio che sorge nell’ area monumentale di piazza San Marco.

Contraddistinto da uno stile che, traendo spunto dall’architettura bizantina e da quella orientale, ben esemplifica di che intensità fossero i rapporti commerciali e culturali tra la Serenissima e gli altri stati europei, la sua bellezza si basa su un astuto paradosso estetico e fisico, connesso al fatto che la pesante mole del corpo principale è sorretta da quelli che sembrano esili colonnati intarsiati. 

Antica sede del doge e delle magistrature veneziane, fondato dopo l’812, più volte colpito da incendi e di conseguenza ricostruito, ha seguito la storia della Serenissima, dagli albori sino alla caduta: annessa Venezia al regno d’Italia e passato l’edificio sotto la giurisdizione di quest’ultimo, divenne sede museale.

Oggi ospita la sede del Museo civico di Palazzo Ducale, parte della Fondazione Musei Civici di Venezia, nel 2012 visitato da 1 319 527 persone.

Ponte dei Sospiri

Il ponte dei Sospiri è costruito in pietra d’Istria, stile barocco, e fu realizzato agli inizi del XVII secolo su progetto dell’architetto Antonio Contin, figlio di Bernardino Contin e nipote di Antonio Da Ponte: il costruttore del ponte di Rialto, per ordine del doge Marino Grimani, il cui stemma vi è scolpito.

Questo caratteristico ponte di Venezia, situato a poca distanza da piazza San Marco, scavalca il rio di Palazzo collegando con un doppio passaggio il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove, il primo edificio al mondo costruito per essere appositamente una prigione. Serviva da passaggio per i reclusi dalle suddette prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato per essere giudicati.

Conosciuto in tutto il mondo, è fotografato dai turisti provenienti da ogni dove, dai soli due posti dai quali è osservabile, cioè dal ponte della Canonica e dal ponte della Paglia.

Gli è stato attribuito questo nome perché la leggenda vuole che, ai tempi della Serenissima, i prigionieri, attraversandolo, sospirassero davanti alla prospettiva di vedere per l’ultima volta il mondo esterno.

La leggenda però è totalmente priva di fondamento, anche perché dall’interno del ponte la visuale verso l’esterno è pressoché nulla. Il termine sospiri sta ad indicare gli ultimi respiri che i condannati emettevano nel mondo libero, perché una volta condannati nella Repubblica dei Dogi non si poteva tornare indietro.

Basilica Santa Maria Gloriosa

La basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, comunemente detta solo i Frari, è la più grande delle chiese di Venezia e ha ricevuto nel 1926 da papa Pio XI il titolo di basilica minore. È situata nell’omonimo Campo dei Frari, nel sestiere di San Polo, ed è dedicata all’Assunzione di Maria.

La pianta è a croce latina, e lo stile è gotico veneziano in cotto e pietra d’Istria. Possiede tre navate con archi ogivali che poggiano su sei colonne per lato tra loro collegate da catene rivestite da casse lignee. Misura 102 metri di lunghezza, 48 metri nel transetto ed è alta 28 metri.

Oggi ha 17 altari monumentali e al suo interno sono custodite molte opere d’arte, tra cui due dipinti del Tiziano. Ospita, inoltre, le tombe di numerose personalità legate a Venezia, tra cui Claudio Monteverdi e lo stesso Tiziano.

Giro Delle Isole Di Venezia

 

Consiglio vivamente di farsi un giro con il battello per osservare anche da lontano un pò tutte le isole principali di Venezia. Avendo già analizzato Burano e Murano, illustrerò altre 3 isole di Venezia abbastanza famose e che vale la pena di visitare.

Isola di San Servolo

San Servolo è una delle isole più vicine al centro storico di Venezia, tra Sant’Elena e il Lido. Oggi sede della Venice International University e centro culturale di rilevanza mondiale, in origine ospitava uno dei più antichi monasteri di Venezia

Isola di San Giorgio Maggiore

L’isola di San Giorgio Maggiore si trova di fronte a San Marco. Luogo di cultura e di religiosità, immersa in un’atmosfera d’altri tempi, incanta il visitatore per la sua storia e il suo fascino.

Isola di Torcello

Una antica isola della laguna Veneziana ricca di fascino e tradizioni. Bellissimi reperti archeologici, chiese, musei e ponti da visitare durante tutto l’anno.

 

Giro di Venezia in Gondola

Per il giro di Venezia in Gondola, che vi consiglio assolutamente, vi rimando su questo sito, dato che l’ articolo, fatto luoghidavedere.it, è perfetto in ogni sua parte.